Sventato ennesimo tentativo di furto All’OBI di Ancona

Lo abbiamo già ribadito altre volte: la catena OBI sembra essere costantemente presa di mira per tentativi di furto ma, fortunatamente, i nostri operatori sono sempre un passo avanti ai malintenzionati ed è quasi impossibile per loro, non essere scoperti.

Dopo l’episodio accaduto al punto vendita di San Giovanni Teatino (CH), questa volta è toccato nuovamente all’OBI di Ancona. Le responsabili sono due donne: una pesarese di 57 anni ed una anconetana di 41. Per entrambe, l’accusa è stata quella di furto aggravato.

Entrambe si erano introdotte nel punto vendita come due normali clienti, girovagando per gli scaffali. La loro uscita in fretta e furia ha attirato l’attenzione dei nostri addetti della sicurezza che hanno chiamato immediatamente le forze dell’ordine.

Gli agenti di polizia hanno trovato nelle loro borse, nascoste tra gli effetti personali, decine di articoli da bricolage, tra barattoli di vernice decorativa, vernici murali, smalti, spatole per posa, dischi da taglio per smerigliatrice.

Una delle borea era addirittura dotata di una schermatura per l’antitaccheggio, in modo da eludere il sistema d’allarme. Il valore complessivo della merce rubata si aggirava intorno ai 400 €.

Come già detto, entrambe le donne sono state arrestate per furto aggravato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.