All’OBI ci provano ancora: fermato un cliente che tentava di rubare dischi da mola

Evidentemente la catena per gli appassionati del “fai da te” OBI è tra le più gettonate per i tentativi di furto, ma dove operano i nostri addetti alla vigilanza, è sempre più difficile (se non impossibile) riuscire a farla franca senza essere scoperti.

Questa volta è toccato al punto vendita di San Giovanni Teatino (CH). Martedì 2 gennaio, intorno alle ore 19.00, un cliente si è infilato sotto la giacca un intero pacco di dischi per la mola e ha tentato di andarsene dal negozio senza pagare, raggiungendo l’uscita dei clienti che non effettuano acquisti.

La nostra addetta alla vigilanza, in forza al punto vendita, si è accorta del furto e ha chiamato immediatamente i carabinieri.

I militari lo hanno fermato e hanno recuperato i dischi per la mola sottratti per un valore circa 50 euro. A quel punto, l’uomo si è offerto di pagare quanto aveva cercato di sottrarre illegalmente, ma ormai era troppo tardi.

I carabinieri, dopo aver controllato e perquisito l’auto del fermato, hanno trovato altro materiale nuovo di zecca senza scontrino: una mola, altri dischi e guanti da lavoro. Non è stato possibile però dimostrare che il materiale fosse anch’esso frutto di altri illeciti per mancanza di prove.

L’uomo è stato comunque denunciato per furto aggravato per il reato appena contestato e per il quale è stato colto in flagrante.

Fonte: Il Centro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.