Tradito dal filo del caricabatteria rubato: giovane fermato presso Mediaworld di Ancona

Nega il furto di un caricabatteria ma viene tradito dal filo che spunta sotto la giacca.

L’episodio è avvenuto presso il negozio Mediaworld, alla Baraccola di Ancona. Il giovane, subito dopo essere entrato, ha dato subito nell’occhio agli addetti alla vigilanza della D’Amico Group. Il ragazzo infatti indossava pantaloni mimetici, anfibi e un cappellino calato sugli occhi.

Con fare sospetto si è diretto nel reparto telefonia dove ha preso  una scatola contenente accessori per una nota marca di cellulari, che ha occultato sotto il giubbetto. Quindi si è nascosto dietro ad uno scaffale e ha provveduto ad aprire la confezione per nasconderne il contenuto nei pantaloni.

Successivamente si è diretto all’uscita. Qui però è stato fermato dai nostri addetti alla sicurezza e dagli agenti di polizia che nel frattempo erano stati invitati ad intervenire. I poliziotti lo hanno fermato e gli hanno chiesto di mostrare cosa aveva sotto gli indumenti. Il giovane si è opposto ed ha iniziato a dimenarsi e gesticolare.

Nel movimento è spuntato da sotto la giacca il cavetto del caricabatteria che voleva rubare. Non potendo più negare il furto ha consegnato l’accessorio ai poliziotti. Il 24enne è stato poi portato in questura. E’ stato denunciato per furto aggravato e munito di un foglio di via obbligatorio dalla città. Per tre anni non potrà far rientro ad Ancona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.